Cannabis legale pregiata

Сome riconoscere la cannabis legale di altissima qualità. Guida completa.

Se sei alle prime armi nel mondo della cannabis legale, il nostro primo consiglio è di non fidarsi delle etichette. E’ il fiore stesso che parla della propria qualità.

Ecco la prima buona notizia: è abbastanza semplice imparare a distinguere la cannabis light di qualità TOP da quella scadente.

Nella rete ci sono un sacco di guide basate sulle caratteristiche fisiche e chimiche ma gli insider ritengono che lo strumento di misura più importante e preciso è il tuo naso.

 

Aroma

La cannabis light pregiata può sprigionare fragranze molto potenti. Quindi quando esaminate il vostro fiore considerate che l’aroma di un fiore di qualità deve sempre essere distinto ed accattivante in modo da distinguersi dagli altri fiori. L’aroma intenso indica l’alto contenuto di terpeni che voi con un po’ di esperienza sarete in grado di sentire. I terpeni vengono prodotti da molte piante e sono i componenti principali delle resine e degli oli essenziali. Sono proprio loro che conferiscono ad un fiore o ad una pianta il suo caratteristico odore o aroma (floreale, agrumato, fruttato ecc). L’aroma delle infiorescenze di canapa è anche direttamente legato alla loro potenza.

Se il vostro negoziante ha diversi campioni esposti fate attenzione perché rimanendo al contatto con l’aria il profumo tende a ridurre la sua intensità. Quindi se vi è possibile chiedete al venditore di poter spezzare una piccola parte del fiore in modo da sprigionare quei terpeni e aiutarvi a farvi un’idea sul vero profumo del vostro fiore.

Dunque l’aroma è il primo e principale criterio di valutazione di un fiore di cannabis legale. L’aroma pungente che può avere diverse sfumature (dolciastre, acidule, fruttate, citriche, floreali ecc.) è sempre un segno di qualità.

  • Evitate fiori che profumano di fieno o che non abbiano un profumo.

Aspetto visivo: giudicate dalle apparenze!

Colore

Un’altro aspetto da considerare quando volete acquistare la cannabis light di prima qualità è il colore.

Fiori di qualità tendenzialmente devono essere di color verde che può variare dal verde chiaro al verde scuro. Colore acceso e luminoso indica solitamente l’alta qualità della cannabis light. Le varietà TOP tendono ad assumere la combinazione di verde e viola.

cannabis legale viola
Colore viola della cannabis legale indica la qualità TOP
  • Se il colore del fiore che state esaminando è marrone, giallo o rosso non è un buon segno. Il nostro consiglio: evitate di acquistarlo.

Tricomi

Tricomi contengono CBD e THC
La canapa legale pregiata è ricoperta di tricomi

Se il vostro venditore possiede un dispositivo di ingrandimento (in alternativa scattate una foto con il vostro smartphone ed ingranditela), provate ad esaminare la presenza di tricomi sulla superficie del fiore. I tricomi si presentano come uno strato di piccoli cristalli bianchi non sempre immediatamente visibili all’occhio nudo. Per valutare la qualità del fiore dovreste riuscire a capire se questi cristalli sono intatti o lavorati con una macchina. La lavorazione a macchina maciulla i fiori e di conseguenza distrugge i fragili tricomi che contengono. Infatti la migliore canapa legale viene lavorata a mano.

È nei tricomi che troverete il vostro THC e CBD. Oltre a produrre tali cannabinoidi, dai quali dipendono la potenza e le proprietà del fiore, sono proprio i tricomi a produrre la resina. Ma non solo! Sono anche responsabili per la produzione degli oli essenziali e dei terpeni, i quali abbiamo già citato, composti particolari che conferiscono aroma e sapore al fiore di cannabis light.

Dunque se la superficie del vostro fiore di cannabis light appare ricoperta di cristalli e il fiore ha un aspetto “frosty”, allora significa che si tratta, quasi sicuramente, di una marijuana potente e di eccezionale qualità.

La quantità dei tricomi è proporzionale alla qualità del fiore.

Pistilli dorati

cannabis legale di qualita
Pistilli colorati è un marchio di qualità per la cannabis legale

È comune vedere le varietà più pregiate di canapa legale ricoperte da numerosi pistilli colorati. I peletti arancioni, marroni o quelli più rari rossi, rosa e viola rappresentano la maturità del fiore e la loro presenza è un chiaro indicatore di alta qualità ed una conferma della corretta maturazione della pianta. Questo significa che la pianta proviene da una coltivazione controllata e il coltivatore è un esperto nel suo campo.

La loro abbondanza non condiziona in alcun modo la potenza del fiore, rappresentano sono solo un marchio qualità.

Al tatto

Troppo secca o troppo umida? Entrambi sono i segnali di bassa qualità. Il fiore troppo secco tende a sbriciolarsi facilmente e ridursi in polvere. Deve mantenere un minimo di consistenza e sminuzzarsi facilmente senza polverizzarsi.

Se il fiore è troppo umido vuol dire che non è stato essiccato in modo corretto. Il maggior rischio di quest’ultimo errore nell’essicсazione è lo sviluppo della muffa. La muffa di solito è facilmente visibile all’occhio nudo.

Provate a spezzare una piccola parte del fiore. Se al tatto risulta “appiccicoso” – vale a dire resinoso e quindi carico di cannabinoidi (THC, CBD) – ma rimane comunque leggermente croccante, allora state tenendo in mano un fiore di ottima qualità.

La struttura del fiore

Le infiorescenze di cannabis legale devono apparire belle, compatte e ben formate. La struttura non deve essere troppo “ariosa” o aperta e non si dovrebbe vedere lo stelo.

La migliore qualità di canapa legale è quella indoor. Esclude quasi del tutto la presenza di semi, rametti, foglie che oltre a dare il peso sono sinonimo di scarsa qualità.

Il prezzo

I fiori di canapa light di prima classe non hanno prezzo e possono essere considerati oggetti di lusso come un buon vino e i migliori sigari.

0